mercoledì 5 aprile 2017

TSO in aumento in Italia 2014-2015

Articolo a cura di Renato Ongania

Nomenclatura

TSO = Trattamento Sanitario Obbligatorio. Si intendono procedure sanitarie normate e con specifiche tutele, in genere di legge, che possono essere applicate in caso di motivata necessità e urgenza clinica, conseguenti al rifiuto al trattamento del soggetto che soffra di una grave patologia psichiatrica non altrimenti gestibile, a tutela della sua salute e sicurezza e/o della salute pubblica. (fonte: http://www.salute.gov.it)

ISTATIstituto nazionale di statistica. È un ente di ricerca pubblico italiano.

FRANCO BASAGLIA = psichiatra e neurologo italiano (1924 – 1980), riformatore della disciplina psichiatrica in Italia e ispiratore della cosiddetta Legge Basaglia (n. 180/1978) che introdusse un'importante revisione ordinamentale degli ospedali psichiatrici in Italia e promosse notevoli trasformazioni nei trattamenti sul territorio.

OPG = Gli ospedali psichiatrici giudiziari. In Italia erano una categoria di istituti annoverabili tra le case di reclusione che a metà degli Settanta sostituirono i vecchi manicomi criminali. Sono stati aboliti nel 2013, ma chiusi definitivamente nel 2015. Al 30 giugno 2010 tali strutture contenevano un totale di 1.547 detenuti.

REMS = Dopo la chiusura delle strutture OPG nel 2015, ai sensi del decreto legge n. 211/2011, convertito in legge n. 9/2012, sono state sostituite dalle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (R.E.M.S.) 


Un grafico che fotografa la situazione in Italia:

Diminuisce la popolazione italiana e aumentano i TSO




La grafica mostra come si sia passati dalle 9.102 persone sottoposte a TSO nel 2014 alle 10.882 nel 2015 (dati ISTAT). L’incremento mostrato nel grafico è in termini percentuali sul totale della popolazione italiana residente, che nel 2015 è diminuita passando da 60.795.612 nel 2014 a 60.665.551 nel 2015.

Il 20 febbraio del 2017 è la data che segna la chiusura di tutti gli OPG e la piena attività̀ delle 30 REMS sul territorio nazionale.


LA DENUNCIA


il Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, istituito nel 2016 ai sensi della legge 21 febbraio 2014 n. 10, che avendo meritoriamente esteso il campo della sua azione al tema che ci occupa, ha affermato nella prima relazione annuale sulla propria attività:

una delle criticità delle analisi del funzionamento dei TSO è l’impossibilità di avere dati statistici chiari. I numeri sono di difficile reperimento e i pochi disponibili riguardano le dimissioni e non si distinguono per pazienti singoli; tanto da non permettere di avere una base su cui partire per effettuare degli studi. […] Il problema della non trasparenza dei dati rende così questo trattamento di difficile monitoraggio”.

(Pag. 130 della Relazione presentata il 21 marzo del 2017 alla Camera dei Deputati)

La denuncia del Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute private della libertà personale si aggiunge a quella di L. Ron Hubbard che nel saggio del 1 marzo 1969, dal titolo “Il Terrorismo dei Nostri Giorni”, denunciava come:

“Tutte le settimane, in ogni angolo del mondo ’libero’, migliaia e migliaia di persone vengono sequestrate, torturate, evirate, ammazzate, senza una procedura regolare conforme alla legge. Tutto in nome della ‘salute mentale’.”

(La Serie di L. Ron Hubbard, Umanitario. Diritti Civili: Articoli e Saggi, Copenaghen, New Era Publications International ApS, 2012).



oOo

lunedì 16 marzo 2015

Lo spettro del terrorismo

TENSIONE INTERNAZIONALE

Lo spettro del terrorismo


Il terrorismo moderno sta diventando un'attività sofisticata, provvista di larghi finanziamenti, che si discosta sempre di più dall'idea antiquata del “gruppo di disperati”. 

L'Isis, con la sua cinica e brutale efficienza, ha sicuramente scosso l'opinione pubblica italiana. Lo spettro del terrorismo non è quindi ancora svanito dal nostro Paese, e lo è ancor di meno dalla scena internazionale.

Il terrorismo trova linfa e sostentamento dalle situazioni di tensioni tra i vari Paesi, e la dura realtà è che probabilmente esso continuerà ad esistere finché esisteranno guerre o conflitti a livello internazionale.

In realtà il terrorismo moderno sta diventando un'attività altamente sofisticata, provvista di larghi finanziamenti, che si discosta sempre di più dall'idea orma antiquata del “gruppo di disperati”. Ricordiamo che ad esempio nel 1980, nei due “covi” delle Brigate Rosse scoperti dalla polizia a Venezia, sono stati trovati un completo archivio di informazioni, ricetrasmittenti super potenti, un video telex e un sistema TV a circuito chiuso.

Nella situazione attuale le varie azioni militari sono dirette unicamente a smantellare operazioni che minacciano da vicino la sicurezza nazionale. La realtà odierna sembra non avere ancora studiato soluzioni a lungo termine, e, a meno di improbabili cambiamenti nella politica internazionale, siamo alle prese con scenari di guerra in Siria, in Libia, in Iraq, oltre ai continui impantanamenti dei rapporti tra USA e la "nuova" Russia. I fragili e timidi tentativi di dialogo portati avanti da alcuni leader europei sembrano avere poca efficacia, nonostante ci siano 1.000.000 di sfollati dall'Ucraina...

A questo proposito è interessante il punto di vista dello scrittore e filosofo statunitense L. Ron Hubbard, che nel 1950 scriveva nel suo libro Dianetics: “Gli organismi sociali che noi chiamiamo stati e nazioni si comportano e reagiscono sotto ogni punto di vista come se fossero degli organismi individuali. Prima d'ora non esisteva nessuno strumento, al di là della forza, che potesse essere impiegato da una nazione quando un'altra nazione impazziva. Succedeva allora che entrambe le nazioni impazzivano, a causa del contagio dell'aberrazione. Nessuna nazione ha mai vinto completamente una guerra. Nessuna nazione ha mai trionfato alla fine mediante l'uso delle armi”.

Pur avendo elaborato i principi e le tecniche di Dianetics a beneficio del singolo individuo, Ron Hubbard aveva anche considerato le loro ripercussioni a libello nazionale.

“Non vi è nessun problema nazionale nel mondo di oggi che non possa essere risolto per mezzo della sola ragione. Tutti i fattori che impediscono una soluzione del problema della guerra delle armi sono arbitrari e non hanno più valore delle giustificazione che può dare al suo operato un ladro o un assassino”.

“Nessun interesse privato può essere così grande da richiedere il massacro del genere umano. Non vi è nulla che possa giustificare la guerra”.

“La battaglia principale che l'Uomo deve combattere non è contro l'Uomo: quella è pazzia. La battaglia principale è contro quegli elementi che lo opprimono in quanto specie e che ostacolano la sua spinta verso più alti obiettivi”.

Tali affermazioni sembrano quasi più attuali ora di quando sono state scritte, 65 anni fa. Sicuramente c'è una maggior presa di coscienza oggi su questo argomento che non negli anni '50, anche se nelle soluzioni non si sono visti ancora molti progressi.


renatoongania[at]lronhubbard.org  

giovedì 8 gennaio 2015

Il Terrorismo dei Giorni Nostri

Francia sotto choc
'terrorismo'


I fatti recenti di Parigi sulle prime pagine di tutti i quotidiani internazionali (foto ANSA), ci hanno spinto a proporre lo stralcio di un articolo di L. Ron Hubbard scritto il 1 marzo 1969, poi pubblicato nella Serie di L. Ron Hubbard, Diritti Civili, Articoli e Saggi.

Considerata l'entità della parola "terrorismo" nel XXI secolo, ecco un'altra affermazione di L. Ron Hubbard che si rivela fin troppo vera al giorno d'oggi. Se pure vengono spesi miliardi di dollari nella lotta contro attività terroristiche, si presta poca attenzione ai collegamenti rivelatori esistenti tra tali attività e la psichiatria. In effetti, le tattiche psichiatriche che consistono in coercizione e droga sono spesso concomitanti alla formazione del modo di pensare dei terroristi. Mentre, sulla scia di attacchi terroristici - in particolare la tragedia dell'11 settembre - ecco gli psichiatri che distribuiscono droghe ai superstiti e fanno pressioni per ottenere sovvenzioni al fine di "studiare più a fondo la questione".


"Sebbene i paesi occidentali investano miliardi di dollari nella lotta contro le attività terroristiche oltrefrontiera, trascurano quella che hanno entro le loro mura.

Gli psichiatri e i loro gruppi di copertura traggono i metodi con cui operare direttamente dal manuale del terrorista. La mafia, a paragone con questi gruppi terroristici, pare un convegno di catechisti.

Presentandosi come simbolo del terrore, lo psichiatra rapisce, tortura e assassina, senza che ci sia la minima interferenza o azione da parte delle forze dell’ordine del mondo occidentale.
     
Quelle, invece, agli ordini diretti di tali terroristi, attaccano le chiese e i gruppi sociali pacifici e rispettabili.

Lo stupro è stupro, la tortura è tortura, l’assassinio è assassinio".

L. Ron Hubbard 

(tratto dall'articolo Il Terrorismo dei Giorni Nostri, di L. Ron Hubbard)



martedì 30 dicembre 2014

2014, un anno da ricordare?

Da gennaio a dicembre, eccovi una selezione di articoli abbastanza casuale di Michela Locati. Vi si documentano tangenti, corruzione e degrado sociale, ingredienti del 2014 e purtroppo anche del 2015. Viene da chiedersi se si poteva fare di peggio...


Gennaio - Piemonte. Consiglieri Regionali beccati a sperperare fondi pubblici (fonte)
Gennaio - Abruzzo. Assessore regionale che paga segretaria per sesso (fonte)
Maggio - Campania. 50 euro per ogni morto segnalato alle pompe funebri (fonte)
Giugno - Lazio. Il business degli immigrati (fonte)
Agosto - Europarlamentari che danno lavoro a parenti e agli amici (fonte)
Ottobre - Lombardia. 300.000 euro in Tangenti nucleari (fonte)
Ottobre - Lombardia. Ex sindaco di comune sciolto per Camorra messo ad insegnare Religione in un liceo (fonte)
Novembre - Toscana. 12 pediatri consigliavano latte in polvere alle neo-mamme in cambio di regali (fonte)
Novembre - Deputato accusato di aver preso tangenti (fonte)
Dicembre – Agenti corrotti per far evadere un detenuto in cambio di favori (fonte)



Iniziamo invece il 2015 distribuendo La Via della Felicità ai nostri amici e conoscenti.



Buone Feste e Felice Anno Nuovo!!!



Il vero sistema per risolvere una situazione di questo tipo, e per trattare queste persone, il sistema sicuro per sconfiggerle, è fiorire e prosperare.”

L. Ron Hubbard


(tratto da La Via della Felicità)